LA SCUOLA PRIMARIA

Un mondo bello da sperimentare

La scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado sono pensate come ciclo unico: dalla prima all’ottava classe. Per il bimbo, che entra nel secondo settennio e che prima fondava le sue azioni sull’imitazione, ora il mondo è bello e da sperimentare.

Il percorso

Ogni prima classe inizia il suo percorso scolastico con un maestro di riferimento, che l’accompagnerà per tutto il ciclo, affiancato da altri maestri di materia. Grande attenzione viene posta al piano di studi, che si cerca di adattare allo sviluppo del bambino, secondo le diverse età. Gli allievi sono stimolati a esprimere le loro abilità e i loro talenti, in un sano confronto con i compagni, estranei al voto o ai giudizi schematici.

Le materie

Le materie portate dal maestro di classe si svolgono in epoche: le singole materie di insegnamento vengono proposte in cicli di tre o quattro settimane dove si lavora in modo intensivo su una singola materia, privilegiando così la continuità e l’approfondimento.

Matematica e Italiano, vengono insegnate per tutto il ciclo scolastico, accompagnate da esperienze artistiche e di ritmo adatte a ogni specifica età, con l’obiettivo di infondere a poco a poco nel bambino il piacere di imparare, la fiducia nella comprensione e il coraggio critico.

La storia viene affrontata nei primi tre anni tramite fiabe, leggende e racconti dell’Antico Testamento. In IV Classe si passa alla mitologia nordica e in V alle culture orientali, in un percorso continuativo con gli studi che verranno proposti in seguito nella scuola secondaria di primo grado.

La geografia segue un percorso che passa naturalmente dall’osservazione della natura nei primi anni, fino ad arrivare a un approfondimento dei territori circostanti in IV classe, per espandersi poi allo studio di popoli e territori più lontani in V classe.

Le scienze nei primi tre anni di insegnamento mantengono una connotazione immaginativa, legata al mondo della natura. Antropologia e Zoologia sono studiate dalla IV classe, mentre in V si studia anche botanica.

Le lingue straniere, Inglese e Tedesco, vengono introdotte fin dai primi anni in quanto l’impulso all’imitazione, tipico di questa età del bambino, consente una maggior facilità di apprendimento. L'insegnante che è madrelingua, propone inizialmente filastrocche e canzoncine, per poi passare agli aspetti linguistici e grammaticali.

Grande importanza viene data all’aspetto artistico e manuale, attraverso le arti e le attività di artigianato.

Bibliografia consigliata: